giovedì 22 ottobre 2015

Pane pita di pasta madre


Ricapitolando... non ho ancora fatto il pane con Demetra, la mia pasta madre che ormai da più di un anno convive con noi.
Ho come la sensazione di averlo già detto... ho molti impegni e il tempo mi manca. Prima o poi riuscirò a sperimentare e panificherò.
Nel frattempo la mia pasta madre, ogni settimana, ci regala un po' di sé. Qui non si butta niente. Dopo aver sperimentato la ricetta dei crackers sfogliati di pasta madre ho cercato un modo più veloce di cuocere l'eccedenza di pasta madre, senza dover aspettare i tempi  e il caldo del forno.
L'idea è arrivata dal web: pane pita cotto in padella. Niente di più facile.
Le ricette in rete sono tante, questa è la mia versione: solo pasta madre e poca farina per stendere.
Buono, sano e velocissimo. Provare per credere.

Pane pita di pasta madre


Ingredienti
pasta madre non rinfrescata
farina q.b.

Aggiungere, se occorre, alla pasta madre non rinfrescata un po' di farina in modo che sia elastica e non appiccichi. Dividere in porzioni da 30 gr circa. Stendere con il mattarello aiutandosi con un po' di farina.
Cuocere sul testo o in una padella antiaderente ben calda da entrambi i lati, rivoltando appena comincia a colorirsi e gonfiarsi.


Servire subito ben caldo con formaggio, salse, fagioli alla Bud Spencer o quello che volete.
Bon appétit!

Note a margine
Non aggiungo sale perché servendolo con pietanze saporite non è necessario.
La consistenza più o meno friabile dipende molto dal grado di umidità della pasta madre: l'importante è non aggiungere troppa farina.
Il giorno dopo non è più buono... ma di solito non avanza!

1 commento:

  1. Devo trovare il tempo di far partire il lievito madre e poi ti chiederò dritte!

    RispondiElimina