venerdì 21 marzo 2014

Primavera di bellezza



Insensibile al freddo mordace, Johnny fissava vacuamente lo scarico della latrina. Si riscosse all'arrivo di un compagno, ciabattante, malsano, terrone. Lo scansò a testa bassa e filò via rasente il muro sgocciolante, orientandosi sull'alone funereo della lampada della sua camerata. Rivide il distretto, quel lercio maresciallo nel primo ufficio, che portava l’uniforme come una camicia da note, i cassetti della scrivania pieni di omaggi e pedaggi in viveri e tabacco.
...

Fenoglio

Leggere in giardino nel tepore della primavera appena sbocciata. Che bellezza.


Buona primavera!

3 commenti:

  1. Aprire la finestra e scoprire - nella luce del mattino - i prati colmi di primule, i primi fiori sugli alberi da frutto, i germogli dell'orto. Che bellezza.... hai ragione
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho proprio bisogno di natura e semplicità :-)

      Elimina
  2. anche qui a milano c'è una frenesia di fiori che fa venire voglia di andare a mapparli tutti e fare quelle immagini che una mia amica chiama "dei calendari delle edizioni paoline". io non posso farne a meno. e mi stupisco ogni volta.

    RispondiElimina