lunedì 27 febbraio 2012

Scatole? No. Cucina giocattolo fai da te

Il compleanno di Amelia è appena trascorso e mi trovo a pensare ai regali, fatti e ricevuti durante i festeggiamenti. Ho guardato la sua camera, ho fatto una cernita, ho deciso cosa dar via e cosa tenere. Sono passati solo tre anni e, per quanto io abbia cercato di limitare l'ingombro ci sono troppe cose. Molte mai guardate.
Quando è nata Amelia ci siamo fatti (noi e tutta la famiglia allargata) prendere dall'entusiasmo e l'abbiamo circondata di oggetti pensando di fare una cosa buona. Con il tempo, l'sperienza, gli spunti di mamme illuminate e ripensando alla mia infanzia molto frugale sono sparite tante cose e soprattuto è cambiato il nostro approccio al gioco e ai giochi.
I parenti mi prendono in giro quando dico che mi piacciono i giochi di legno e di materiali naturali e che è più bello un gioco imperfetto fatto con l'amore e la dedizione di un genitore o di un nonno...
Ma io imperterrita voglio andare avanti per questa strada ed offrire alle mie figlie pochi giocattoli che siano rispettosi della loro natura ed aiutarle a scoprire come si possa giocare con tutto e con niente e come gli oggetti abbiano a volte una vita alternativa.

La scorsa settimana vi ho mostrato una delle mie passioni: le scatole di legno. Negli anni ne ho conservate di tutte le misure e fogge in attesa di utilizzarle. Quando abbiamo deciso di regalare alle bambine una cucina giocattolo per Natale e soprattutto di costruirla, il mio pensiero è corso subito alle cassette grandi da vino. Ho visto in rete tanti modelli di cucine giocattolo costruite a partire da comodini e mobiletti IKEA e ho pensato che le cassette avrebbero potuto essere una buona base di partenza.
Non nascondo che ci sono volute parecchie ore per definire il progetto e molte soluzioni sono state dettate dalle difficoltà incontrate durante la realizzazione.

CUCINA GIOCATTOLO FAI DA TE


Mobiletto: cassetta di legno di recupero lasciata al naturale. Ho chiuso il mobiletto con una tendina fatta su misura con una stoffa acquistata all'IKEA. Non ho ancora fatto il ripiano interno per il quale utilizzerò il coperchio della cassetta (quando ci riuscirò?).


Forno: cassetta di legno di recupero con coperchio dipinta di smalto all'acqua rosso. Con trapano e seghetto alternativo ho praticato un foro rettangolare nel coperchio per simulare l'oblò del forno. Il vetro dello sportello è il coperchio di plastica trasparente di una scatola che conteneva dei giochi e l'ho attaccato con la colla a caldo. Per tenere chiuso lo sportello ho applicato due calamite da armadietto di recupero. La maniglia è di IKEA e l'avevo in casa a causa di un acquisto esuberante.
Mobiletto e forno, di altezze diverse, sono allineate nella parte bassa e avvitate fra loro.
I sostegni sono dei comuni sostegni per mobili in metallo acquistati in un negozio di bricolage.

Piano di lavoro: pannello di legno compensato tagliato su misura acquistato in un negozio per bricolage. Ho praticato un foro per incassare il lavandino che è un contenitore di plastica bianco per alimenti. L'ho incastrato nel foro del piano di lavoro e il bordino sporgente copre il taglio del legno. Il pannello è avvitato e incollato alla cassetta-mobiletto. I fornelli li ho acquistati al mercato.
Per chiudere lo spazio creatosi fra piano di lavoro e forno dove ho incastrato il lavandino ho tagliato due listelli di legno di recupero spessi 2,5 cm e ho creato un bordo dove ho avvitato dei pomelli di metallo IKEA per simulare le manopole di forno e fornelli.



Parete attrezzata: pannello di legno compensato tagliato su misura acquistato in un negozio per bricolage. Al pannello sono avvitate le cassette (mobiletto e forno).
La mensola è un portaspezie dell'IKEA che avevo - era della cucina della nostra prima casa - e ho attaccato una maniglia sempre di IKEA che avevo  (le confezioni sono multiple...) che funge da asta appenditutto.
Ho poi aggiunto il portaposate e lo scolapiatti sempre di IKEA.


Tempo: 20-25 ore di lavoro (compresi i tempi di asciugatura dello smalto)
Costo totale: circa 50 €
Osservazioni: il pannello posteriore sbilancia con il suo peso la cucina ma è pensata per stare appoggiata ad una parete quindi è abbastanza irrilevante.
La colla a caldo non è proprio una soluzione adatta (il "vetro" è già stato tolto) ma troverò, con il tempo un'alternativa.
Il seghetto alternativo pare abbia vita propria... a volte.

Altre cucine giocattolo fai da te:
Il post su come realizzare una cucina giocattolo che per primo mi ha incuriosito e ispirato.
Altre mamme: EnikoJencrea e Nanna Bobò, (aggiornamento) Mamma Claudia.

Post illuminanti

Questo è il primo di una serie di post dove descriverò i giocattoli che ho costruito e costruirò per le mie figlie. Fra questi giocattoli ci sono anche le bambole Waldorf e non e i piccoli gnomi di legno di cui ho già parlato.
Alla prossima e... giochiamo!

18 commenti:

  1. Risposte
    1. Ce l'ho fatta a non deludere le tue aspettative... ;-)

      Elimina
  2. Bellissima Nora, complimenti!!! Posso venire a giocarci anch'io?!
    Condivido tutto quello che hai detto. Anche noi stiamo finendo la nostra cucina in legno (un po' troppo a ... rate!)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giochiamo giochiamo! Non c'è fretta, la finirete... poi falla vedere!

      Elimina
  3. Bellissima e preziosissima!

    Aspetto con trepidazione i prossimi post sui giocattoli. L'ho iniziato anche io ma è rimasto in sospeso eppure abbiamo fatto tanti di quei giochi!

    Buona giornata e complimenti! Questo sarà un regalo che tua figlia si ricorderà quando sarà grande perchè c'è dentro tutto il tuo amore.

    PS. Mi fa piacere che mi hai citata. Mi da l'idea che le mie parole non sono completamente buttate al vento... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi post sono stati e sono per me una grande fonte di ispirazione e per questo ti ringrazio. Noi siamo appena all'inizio ma ho tantissime idee... troppe? Vedremo. Io sono molto entusiasta e mi diverto moltissimo.

      Elimina
  4. Sono senza parole. Una tale meraviglia fatta da sè!!?? Si vede che è studiata nei dettagli e realizzata con amore, chissà come sono contente le bimbe!
    Anche noi siamo invasi dai balocchi, quando arrivano compleanni e Natale diciamo sempre di pensare a qualcosa di alternativo ma i parenti fanno finta di essere sordi...e noi ci ritroviamo sommersi da aggeggi plasticosi e rumorosi (che i bambini neanche guardano tra l'altro...) Mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. He he le foto nascondono i difetti... ma le bimbe sono contente e la usano parecchio. Noi stiamo imparando tutti ad essere più sobri ma qualche cosa arriva ancora. Portiamo pazienza.

      Elimina
  5. Bella, bella, bella!!! Ti prendono in giro quando dici che i giocattoli di legno o in materiale naturale ti piacciono? Lasciali perdere! Anche a me piacciono moltissimo i giocattoli di legno, anche se ne abbiamo tantissimi in plastica, tessuto e altri materiali. Anche noi abbiamo la mini cucina fatta a mano e pure la mini credenza! Però non posso prendermi il merito... Avevo salvato i link della mini cucina di Yummy e quella su Pianeta Mamma e l'ho commissionata al papà del Topastro.
    Ancora complimenti! Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono dimenticata di linkare la vostra cucina.... che è spettacolare! Scusa. Aggiorno subito :D
      In casa nostra il fai da te è compito mio!

      Elimina
    2. Grazie nora, ma era necessario, ma sei stata gentile a mettere pure la cucina di Topastro. Sei stata bravissima, io non sarei stata in grado di creare una cucina così bella! Sono più portata nel cucito, a usare carta, cartoncino... Bravissima!

      Elimina
  6. Bellissima, sei stata proprio brava! anche a noi piacciono i giocattoli di legno, di tessuto, semplici.I problemi nascono quando i bambini iniziano a frequentare la scuola dell'infanzia o a giocare a casa di altri bambini dove "scoprono" altri tipi di giochi e- ahimè - se ne innamorano.
    A volte bisogna cedere: no alla "pestescion" come la chiama mio figlio, ma ruspe, camion e macchine la fanno da padroni (anche se il treno preferito è quello di legno...)
    Complimenti ancora
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non voglio demonizzare i giochi in plastica. Alcuni sono belli e anche utili: piatti e tazze da da te li abbiamo presi di plastica riciclata... Aiutiamo i nostri figli a giocare con tutto e niente ;-)

      Elimina
  7. Maiononhoparole!!! Ma è bellissimo. La mia pausa forzata dovuta al guasto fastweb mi aveva fatto perdere questa meraviglia.... Ma ti giro subito subito su fb. Davvero...
    (e grazie di cuore per il link :) )

    RispondiElimina
  8. Salve vi segnalo questo tutoria su come costruire una cucina giocattolo.

    http://creacucinagiocattolo.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe, sono andata a vedere il tuo link: è bellissima!!! Complimenti :-)

      Elimina
    2. Grazie tante Nora sono contento e soprattutto mi figlia, sto studiando gli ultimi ritocchi come pomelli e luci led che accenderanno i fuochi il tutto con una semplice batteria ricaricabile presa da una luce di emergenza, appena finito inserirò le foto.:-)

      Elimina