giovedì 24 novembre 2011

Suggestioni piemontesi: un menu. Parte terza


Siamo arrivati all'ultima portata di questo menu. Ho scelto un dessert di frutta perché risulta meno impegnativo di una torta e a questo punto i commensali sono già sazi. E il Piemonte? Il richiamo questa volta viene dal vino che in questa ricetta è protagonista quasi assoluto.


Da quando ho smesso di allattare il vino è ritornato sulla mia tavola. I miei vini preferiti? I rossi valtellinesi e piemontesi (of course ma non nego qualche incursione francese).
I miei ricordi legati al vino piemontese provengono da lontano: dalla mia prima (e unica) vendemmia ancora bambina alle allegre brigate dei compagni di università a mangiar paniscia.

Il dessert, pere al vino con zabaione, potrebbe sembrare banale - e forse lo è - ma provate a pregustarlo: basta chiudere gli occhi e immaginare di affondare il cucchiaino nella polpa cedevole della pera. Rossa di vino, dolce e profumata. Nel frattempo lo sciroppo vischioso e trasparente si mescola con il giallo inebriante e pastoso dello zabaione. Una goduria per occhi e palato.
La differenza di questa ricetta da quella più classica della cucina italiana sta nello zabaione che in questo caso è fatto con lo stesso vino con cui si prepara lo sciroppo: il Nebbiolo. Vi sembra sprecato? Vi assicuro che il risultato non sarà una delusione.


Pere ubriache e zabaione
Ingredienti
1 kg di pere Martin Sec, Passacrassana o Kaiser
150 g zucchero
1/2 bottiglia di vino Nebbiolo (o Barolo)
1 stecca di cannella
3 chiodi di garofano
il succo di 1/2 limone
Lavare le pere e scottarle in acqua bollente per cinque minuti. Mescolare il succo di limone e il vino. Marinarvi le pere per una mezzora. Scolarle. Versare il vino in una casseruola che contenga le pere di misura. Portare ad ebollizione.
Unire lo zucchero e le spezie, abbassare al minimo e cuocere finché lo zucchero non sarà sciolto. Aggiungere le pere e portare a cottura (10-15 minuti) Non dovranno disfarsi. Scolarle e filtrare il liquido. Cuocerlo a fuoco basso finché sarà sciropposo. Mettere le pere nelle coppe e versare lo sciroppo. Servirle tiepide o fredde. Con un cucchiaio di zabaione.

Zabaione
Ingredienti
8 tuorli
160 g zucchero
16 mezzi gusci di vino Nebbiolo (o Barolo)
Montare in un pentolino i tuorli con lo zucchero. Diluire con il vino. Amalgamare bene e cuocere a bagnomaria continuando a sbattere la crema fino a quando si sentirà tok-tok e non più tek-tek. Lo zabaione è pronto.
Bon appétit!

P.S. Mentre si cucina si stappa la bottiglia, si lascia respirare il vino e poi lo si gusta piano, senza fretta.

5 commenti:

  1. @Silvietta: un dolce finale un po' inebriante... direi che ce lo meritiamo ;-)

    RispondiElimina
  2. Nooo lo zabaione noooo, è una vita che non lo mangio, lo faceva mia nonna quando ero piccola e ho un bellissimo ricordo!!! :)
    Mi hai fatto venire una gran voglia!!! :P

    RispondiElimina
  3. @Stima: con questo dolce, dopo tutto il menu, lo svenimento è d'bbligo :D
    @Danda: anch'io ho ricordi di fanciulla legati allo zabaione. Quel tok-tok finale era l'indizio che la merenda era pronta... sono sempre stata golosa ;-)

    RispondiElimina