mercoledì 30 novembre 2011

Sette R per una vita più sostenibile: Riduci

Primo appuntamento de Le sette R il mio (quasi) contest.
Ci tengo a precisare che non ho intenzione di compiere azioni ecclatanti o eroiche, nè di scrivere trattazioni impegnative dell'argomento rifiuti. In questo blog racconto della vita della mia famiglia e miei tentativi, più o meno riusciti verso una vita più naturale e felice pertanto i progetti e le azioni di cui parlerò nelle prossime settimane vogliono essere uno spunto per gesti accessibili a tutti, non tanto originali in sè - se non nei risultati - ma capaci di diffondere una cultura del fare con lentezza, che, per sua natura, è più rispettosa dell'ambiente.

Questa settimana riduciamo i rifiuti.
La mia pattumiera è stracolma di rifiuti organici. Anche se noi da anni produciamo il compost per il nostro orto con gli avanzi di cucina e gli scarti della coltivazione di piante commestibili e ornamentali il mio primo obiettivo per i prossimi mesi è ridurre la nostra produzione di rifiuti organici.
Il modo più semplice è acquistare meno. Comprare una quantità ridotta di derrate alimentari, soprattutto quelle ad alta deperibilità, ne permette una gestione più accurata e di conseguenza meno cibo scartato. Seconda cosa si deve imparare a reinventare gli avanzi. Ed in questo sono ad un buon punto. Terzo: si possono ridurre gli scarti alimentari cucinando anche quello che normalmente finisce in pattumiera (guardate ad esempio le ricette di Ecocucina già citate qui).

Ma non solo. Alcuni rifiuti possono non essere considerati tali. Le parti legnose della frutta non sono commestibili ma possono diventare molto utili: noccioli di ciliegia, di oliva e gusci di noci, nocciole e mandorle possono essere recuperati …


Sacchetti di noccioli di ciliegia


Questa primavera, in piena stagione di ciliegie ho deciso di conservarne i noccioli per farne dei sacchetti per la terapia caldo/freddo. Ed ora ecco il mio risultato. In rete si trovano svariate istruzioni e modelli. Il principio è semplice: basta realizzare un sacchetto con un pezzo di stoffa di cotone, riempirlo di noccioli e chiuderlo. Dimenticavo: i noccioli vanno puliti. Basta farli bollire per una mezzoretta e poi fregarli fra le mani per eliminare tutta la polpa residua.

I sacchetti di noccioli sono un’ottima idea regalo per un neonato. Quando è nata Amelia ho scoperto coricandola nella culla e poi nel lettino scaldati con il sacchetto di noccioli si addormentava più facilmente. Da allora durante l’inverno le mie bambine, per addormentarsi hanno vicino il loro sacchettino caldo caldo. I miei saranno il regalo perfetto per i miei nipotini.

Con i gusci della frutta secca che mangeremo nelle prossime settimane confezionerò dei fermaporta fatti con il medesimo principio: un sacchetto di stoffa riempito di gusci lavati e asciugati.
La stessa cosa si potrà fare con i noccioli delle olive.

7 commenti:

  1. lO sai che sono venuta a conoscenza di questi sacchetti proprio in questi giorni? Dunque non ho potuto conservare i noccioli, sigh...perà vorrei tanto acquistarne qualcuno, li trovo in rete?

    Mi piace questo quasi contest, anche io sono abbastanza "attenta", diciamo così!

    Ciao!

    RispondiElimina
  2. Bella idea quella dei ferma porte, brava!

    RispondiElimina
  3. @Senti una Cosina: brava, sei sulla buona strada. Noccioli per la prossima primavera... in rete comunque se ne trovano anche in vendita. Vendono anche i noccioli sfusi.
    @Palmy: grazie, in casa non bastano mai!

    RispondiElimina
  4. Bella l'idea dei fermaporte e anch' io ho conservato i noccioli di ciliegie per i sacchettini ....... Che belle idee!

    RispondiElimina
  5. Hai un blog davvero molto carino e da oggi anche una nuova follower!
    Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,lo trovi qui,dove peraltro e' in corso un GiveAway "in grande" per festeggiare 1000 followers!
    ->Giveaway 1000 Followers<-!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao carissima, finalmente riesco a dare voce ai miei commenti!
    L'idea delle 7 R è fantastica!!! Bravissima!
    Anche qui in casa mia si produce molto rifiuto organico... si ricicla quel che si può grazie alle ricette di Ecocucina, come ben sai, ma c'è sempre qualcosa che va a finire nella compostiera o nel rifiuto organico. A dire il vero per la compostiera gli scarti non ci bastano mai, perché il volume si riduce tantissimo e dopo tre anni siamo ancora ad una ventina di cm di compost!!! Invece quello che non si può buttare lì lo mettiamo nell'organico. Un esempio sono proprio i noccioli e i gusci di noci. Anch'io ho raccolto un po' di noccioli di ciliegie ma non sono abbastanza brava a fare i sacchetti... ehm... :) e non ho mai tempo per provarci...
    La tua idea dei fermaporta è invece fantastica! Ho proprio una porta in casa che ogni tanto prende la via e si chiude! ;D

    RispondiElimina
  7. @Elisabetta: quando li farai pubblicane qualche fotografia così li veniamo a vedere!
    @Polveredistelle: benvenuta! Sono passata a vedere il tuo giveaway... molto intrigante! Lo segnalerò anche a mia sorella Betta, ne sarà felice :-)
    @Danda: Brava e competente come sempre :-)
    Guarda che i sacchettini li ho fatti in un quarto d'ora mentre finiva il telegiornale... prova a fare il fermaporte, coraggio!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...