martedì 24 maggio 2011

Sette cose che so di me

Ringrazio Mikela de Mamma che stress e Silvia de Piacere di conoscerti per avermi assegnato due premi molto simili. Non scriverò due post ma come per queste staffette rispondo qui in una volta...
Raccontare sette cose di me... non facile.


1. Sono permalosa. Molto.

2. Sono lenta, lo dice mia madre. Non credo che per lei, così attiva e decisa sia un complimento, ma io ne sono contenta. Con il tempo ho imparato a riflettere e a ponderare. Forse anche troppo. Ogni tanto dovrei buttarmi di più. Ma l'impulsività non mi ha portato una gran fortuna.

3. Amo fare liste: faccio liste per ogni cosa. Dalla lista per la spesa a quella da inserire nell'agenda con gli impegni della giornata.
Elenchi ordinati, più o meno precisi che mi aiutano a ragionare e incasellare la mia vita dandole un ordine e un fluire "solido". Come se bastasse scrivere una successione di casi perché si verifichino esattamente in quell'ordine. Come sapere in anticipo cosa succederà...

4. Amo i libri. Come oggetti e come veicolo di pensiero, idee e sentimento. Amo toccarli, sfogliarli, guardarli, annusarli, classificarli, e, mi par ovvio anche se non lo è, leggerli. Ne compro tanti, ne leggo di più - in questo sono agevolata dal mio lavoro - e fra non molto dovrò uscir di casa per lasciar loro lo spazio che meritano :-)

5. Amo cucinare. Il momento della giornata che preferisco è quando entro in cucina, metto il grembiulino e via. Mi rilasso. Amo ancora di più cucinare per le persone che amo. In ogni mio gesto infondo cura e dedizione. E che gioia vedere i piatti puliti in un batter baleno...

6. Sogno una vita verde, in campagna. Mi piacerebbe coltivare un pezzo di terra e far sì che ogni gesto sia più consapevole e volto al rispetto della Natura.

7. Sogno una morte come quella di Gassman e Panelli e nel film Il conte tacchia.



Lascio il premio qui a disposizione di chi passa e vuole raccontarsi.

3 commenti:

  1. Sai che non me la ricordavo questa scena?! Ti capisco... hai ragione!
    Sottoscrivo il punto 3, 4, 5 e non escludo il 6 fra qualche tempo. Trovo che la lentezza sia una gran dote!

    Io avevo già raccontato qualcosa in un post qualche tempo fa, ecco il link:

    http://piccolefelicita.blogspot.com/2011/05/piccole-felicita-in-7-briciole.html

    RispondiElimina
  2. Che carina la tua descrizione... tra l'altro anche a me piace fare liste, mi aiutano a rilassarmi un po', come se scrivere dei promemoria potesse alleggerirmi il cervello che è sempre in movimento, ahimè !

    RispondiElimina
  3. @piccole felicità: la scena di loro due felici e morti stravolti dal cibo la sogno ogni tanto... 3, 4, 5, e quasi 6, direi che siamo in sintonia :-)
    @ Mikela: fare liste aiuta a razionalizzare ma il cervello fa da sè...

    RispondiElimina