giovedì 5 maggio 2011

Esplorare l'incolto. Parte seconda. La marmellata di limoni e fiori di sambuco

Dopo aver scoperto che l'aglio orsino infesta molte parti del sottobosco vicino a casa ho deciso di studiar meglio il territorio che mi circonda anche dal punto di vista naturalistico. Molte sono le piante a noi amiche. Erbe aromatiche, erbe dal potere curativo, erbe mangerecce e anche fiori profumati che possono entrare nella nostra dieta quotidiana. Lunedì mi sono fermata lungo la stada che mi porta avanti e indietro dal lavoro e mi sono incamminata lungo una breve salita in cerca di un prezioso dono: i fiori di sambuco. Ne ho raccolti una bella quantità. Mantre coglievo i delicati fiori mi sono imbattuta nel proprietario del terreno dove mi trovavo ed ho avuto l'occasione di scambiare qualche parola gentile con lui: "Ma a cosa le servono?" "Ci si fa uno sciroppo, si mangiano anche fritti" "Davvero?" Credo di non averlo convinto...


Io ho scoperto lo sciroppo di sambuco un paio d'anni fa. L'ho acquistato per curiosità e l'ho trovato davvero buono e rinfrescante. Si usa diluito in acqua fredda ma anche i ghiaccioli sono molto buoni. Poi navigando in rete mi sono imbattuta nella ricetta di Eniko e mi sono appuntata: la prossima primavera si fa. Poi è trascorso un'altro anno. Ma questa primavera mi trovo con il tavolo della cucina pieno di fiori profumatissimi.


Eccovi la ricetta di Eniko con le mie modifiche.

Sciroppo ai fiori di sambuco


Ingredienti
2 litri d'acqua
1 kg di zucchero
20 fiori di sambuco
4 limoni non trattati
In un contenitore grande sciogliere lo zucchero con l'acqua, unire i fiori di sambuco e 3 limoni tagliati in quarti. Unire anche il succo del limone rimasto. Mescolare bene. Coprire con un telo e lasciare macerare per 3 giorni mescolando di tanto in tanto. Filtraee il tutto con un telo sottile spremendo con cura gli ingredienti. Filtrare nuovamente. Travasate lo sciroppo in bottiglie o vasetti dall'imboccatura larga.
Conservare in luogo fresco e una volta aperto tenerlo in frigorifero.

Che fare con i limoni e i fiori avanzati? Mi spiaceva buttarli perché erano ancora polposi e profumati: ne ho fatto una marmellata.

Marmellata di limoni e fiori di sambuco


Ingredienti
la rimanenza di frutti e fiori della preparazione dello sciroppo di sambuco
zucchero q.b.
Mettere in una pentola con fondo pesante i limoni avendo cura di togliere i semi e i fiori di sambuco eliminando se possibile parte del gambo. Aggiungere poco sciroppo di sambuco (mi è avanzato dall'invaso) o poca acqua e portare a bollore. Cuocere finché le bucce di limone non saranno tenere. Passare il tutto al passaverdure (non frullare perché è necessario eliminare le parti molto dure e fibrose di fiori e frutta). Pesare il composto ottenuto e unire zucchero in quantità pari a 9/10 del peso del passato. (Ricordarsi di togliere la tara). Portare a cottura la marmellata. fare la prova del piattino. Invasare, lasciar raffreddare, chiudere e sterilizzare i vasetti.
Bon appétit!

1 commento:

  1. Grazie, stavo cercando notizie sul sambuco e mi sono imbattuto nel tuo post. Proverò entrambe le ricette. Ma ho qualche perplessità, principalmente la quantità indicata in 20 fiori quanti grammi sarebbero esattamente?. Poi lo zucchero dovrò ridurlo, vista la mia silhouette non elfica! Comunque grazie per l'idea e le ricette!

    RispondiElimina