sabato 2 aprile 2011

Tulipani barocchi


Quando vidi la prima volta questi fiori, qualche anno fa, rimasi folgorata: i tulipani pappagallo o parrot. Sono dei fiori superbi. Quando sono chiusi sembrano dei tulipani normali sono un leggero tremore che lascia presagire un che di arrogante e sfacciato.


quando si aprono si svelano: carnosi, bordi frastagliati, volute, colori. Un tripudio barocco.


Sono fiori splendidi e molto decorativi.
Se vi dovesse capitare di trovarne non lasciateveli scappare ma acquistateli ancora chiusi per due motivi: vi possono stupire per le sfumature inaspettate e soprattutto potete goderne la fioritura in tutte le sue fasi: dal tenero croccante dei boccioli alla tiepida mollezza del fiore quasi sfatto che si allunga per appoggiarsi, stanco, sul tavolo. Una meraviglia.
Non avete un vaso adatto? Procuratevi dei rami secchi dritti tutti della stessa misura (io ho usato i rami potati delle ortensie) e una bottiglia di plastica o, meglio, un vaso di vetro anonimo (anche di quelli per conserve). Legate insieme i rametti in modo a formare una "palizzata" con un filo di ferro sottile o con dello spago e chiuderela intorno al vaso. Coprire il filo di ferro con della rafia. Un poco d'acqua e il gioco è fatto.

Se siete molto fortunati potete trovare anche i bulbi. Sono facili da piantare e danno molta soddisfazione.

P.S. Non dimenticate di tagliare i gambi in obliquo. Dopo qualche giorno rinnovate il taglio e cambiate l'acqua.

2 commenti:

  1. E' un'idea bellissima...grazie!E complimenti.
    Questi tulipani li regalai per la laurea del mio lui. Sono davvero originali...dei tulipani stravaganti. =)

    RispondiElimina
  2. questi tulipani sono commoventi...me li cerco di certo per l'anno prossimo!
    ciao!

    RispondiElimina