lunedì 18 aprile 2011

Cambio di stagione: femminilità ritrovata

Temporeggiavo cercando di trovare ispirazione da chi prima di me ce l'ha fatta.
Ma non potevo rimandare oltre.
Questa mattina ho infilato i pantaloni ed è saltato il bottone...
Arrivo in ufficio e mi accorgo che ho una scarpa diversa dall'altra, non le calze, le scarpe!
Ho preso un bel respiro e ho aperto il mio armadio per non chiuderlo finché tutto, ma proprio tutto non fosse passato dalle mie mani. Ho provato abiti, scarpe, biancheria in cerca di ciò che ancora è mettibile, ciò che destinerò ad altro uso e ciò che butterò, senza pietà.
Non si è salvato molto ma direi che ho ancora qualche chance di ritrovarmi donna davanti allo specchio.
Ho salvato:


fiori rossi che, nonostante il loro nefasto destino, mi hanno sempre fatto sentire leggera e con la voglia di ballare


un po' di metallo in ricordo del mio periodo punk (perdonate, ero adolescente)


lievi piccoli pois di un abito che, spero, rimetterò presto


un rossetto per i baci di mamma e non solo!

Ecco il mio modo di riscoprirmi donna: fedele a se stessa e indifferente alle mode.

6 commenti:

  1. brava! che bel lavoro! io mi sono portata avsnti ma non ho ancora fatto un lavoro pulito come questo tuo. adesso che arriva 'armadio nuovo voglio proprio impegnarmi! grazie degli spunti!! s.

    RispondiElimina
  2. Brava brava brava! E che bello il vestito a pois!

    RispondiElimina
  3. @Tutti: grazie! Non è stato facile. Ho salvato anche i vestiti che uso per lavorare... non posso andare nuda in ufficio!

    RispondiElimina
  4. Nora .... abbiamo fiducia in te!!! Fallo per tutte noi!!! e chissà che vedere te non faccia bene anche a noi....un bacio Clod!

    RispondiElimina
  5. @Clod: Benvenuta! Può essere contagioso...

    RispondiElimina