giovedì 3 marzo 2011

"Caramelle" fritte al limone nei giovedì di carnevale

Sono stata via. Con il corpo e con la mente. Ma ora sono qui e i pensieri cupi di questi gioni trascorsi in silenzio possono lasciare il posto all'allegria del carnevale. Io non amo particolarmente questa festa ma, complice la presenza di bimbette paffute, quest'anno abbiamo deciso di festeggiare cucinando e mangiando frittelle ogni giovedì fino a settimana prossima quando indossati i costumi lanceremo coriandoli e stelle filanti ... siamo in rito ambrosiamo e noi festeggiamo qualche giorno in più ;-)
Eccovi un ricetta facile e squisita.

Caramelle fritte al limone


Ingredienti
250 gr farina
70 gr burro
1 uovo
2 cucchiai zucchero semolato
1 limone biologico con trattato
1/2 cucchiaino cannella in polvere
sale
olio per friggere q.b.
marmellata di limone q.b.
zucchero a velo q.b.
Impastare velocemente la farina con il burro a pezzetti, il sale, la cannella, la scorza grattuggiata del limone, l'uovo e tanto succo di limone quanto basta per ottenere una pasta malleabile ma soda. Lasciare riposare in frigorifero per una mezzoretta. Stendere la pasta in una sfoglia di 2-3 millimetri e ritagliare dei rettangoli di circa 10x8 cm. Mettere poca marmellata al centro dei rettangoli e chiudere dal lato lungo attorcigliando le estremità del fagottino formando una caramella. Fare attenzione che la marmellata rimanga all'interno ben avvolta dalla pasta. Friggerle poche alla volta in olio non caldissimo (circa 170-180° altrimenti bruciano senza cuocere). Scolarle e far perdere bene l'unto. Farle raffreddare e cospargere con poco zucchero a velo. Servire.
Bon appétit!

P.S.
La marmellata di limoni è difficile da trovare in vendita e soprattutto è difficile che sia davvero buona. La nostra è fatta in casa: facilissima da preparare, richiede solo un poco di pazienza.

Marmellata di limoni

Ingredienti
limoni biologici
zucchero q.b.
Sbucciare i limoni asportando solo la parte gialla. Tagliare la scorza a filettini sottilissimi e sbollentarla in acqua bollente per cinque minuti. Scolare e ripere l'operazione al meno un'altra volta cambiando l'acqua. Eliminare dai limoni la parte bianca, tagliare la polpa a fette ed eliminare tutti i noccioli. Mettere la polpa in una capace casseruola a fondo pesante (ricordarsi di pesare la pentola vuota) e cuocere a fuoco medio-alto finché il composto si asciuga un po'. Aggiungere le scorze alla polpa, pesare il composto e togliere la tara (il peso della pentola). Unire lo zucchero in quantità pari al peso della frutta. Portare a cottura la marmellata. Verificare che sia pronta con la prova del piattino. Invasare. Lasciar raffreddare bene, chiudere i vasetti e sterilizzarli. Lasciarla riposare 60 giorni prima di gustarla.

3 commenti:

  1. Belle !!!
    In questo periodo mangerei di tutto, non perderò mai i chili in più ;)

    RispondiElimina
  2. Carnevale si deve festeggiare degnamente! Prova a fare un fioretto per la quaresima... tanto poi arriva Pasqua ;-)

    RispondiElimina