sabato 12 febbraio 2011

Di feltro e lana. Riciclare il cambio di stagione

I saldi invernali hanno ormai lasciato il segno alla voce spese pazze... abbiamo comprato di tutto e di più facendo anche qualche affare? Scherzi a parte sicuramente i capi acquistati sono nuovi e belli.
Nell'armadio con il passare dei mesi si sono invece accumulati i vecchiumi pronti per essere eliminati con il cambio di stagione.
Qualche idea per recuperare maglina e maglioni di lana? La parola d'ordine è infeltrire!
I vecchi maglioni di lana una volta infeltriti diventano un'ottima materia prima per realizzare altri capi e oggetti decorativi che con un po' di fantasia si possono anche rinnovare abiti e accessori un po' rovinati.
Per infeltrire la lana dei maglioni è sufficiente, si sa, sbagliare il lavaggio... ma la tecnica per ottenere il massimo del risultato la spiega bene Alessia de Beads and Tricks alla quale vi rimando.
Eccovi due progettini per utilizzare questa splendida materia prima.

Primo progetto
Cappellino ad orsetto di lana infeltrita


Necessario
1 maglione di lana infeltrita del colore prescelto
ago
filo in tinta
forbici
bottoni, applicazioni, feltro per decorare
Questo cappellino è estremamente facile da realizzare. Innanzitutto è necessario prendere la misura della testa. Poi si deve distendere il maglione infeltrito su un ripiano e tagliare una striscia lunga quanto la misura della testa e alto tanto da coprire la sommità della testa (meglio fare una prova e in dubbio abbondare perché si fa sempre in tempo a tagliare l'eccedenza). Piegare la striscia di tessuto a metà tenendo il dritto all'interno e cucire il lato lungo fino in alto. Si ottiene un tubo. Verificare la misura dell'altezza ed eventualmente tagliare l'eccedenza e ricucire la parte finale. Piegare questo tubo posizionando la cucitura a metà di un lato che sarà poi il dietro del cappellino. Cucire la sommità del tubo. Si ottiene un cappellino rettangolare che sembra una tasca. Rivoltare il tessuto, stringere gli angoli formatisi in alto per fare le "orecchie" e fermarle con qualche punto.
Se il maglione utilizzato (come quello della fotografia) ha la banda elastica in fondo si può utilizzarla come bordo da risvoltare. Basta fare il cappellino un po' più alto calcolando cioè la misura del risvolto.
Applicare le decorazioni. Nel mio caso ho utilizzato un cuoricino di lana infletrita ricavato da un vecchio maglione e fermato da un bottoncino in tinta. Le decorazioni possono essere le più varie... fatte in lana, con nastri, a uncinetto, solo bottoni, pannolenci, pon pon. Basta scatenare la fantasia.

Lo vedete indossato da Amelia qui.

Secondo progetto
Decorazione per abito da bambina


Necessario
abito da bambina
pezze di lana infeltrita e/o pannolenci dei colori prescelti
bottone in tinta
ago
filo in tinta
forbici
Preparare le sagome dei fiori utilizzando dei modelli da stencil. Io ho scelto questi presi qui:



tagliare il pannolenci o la lana infeltrita secondo il modello:


Assemblare e cucire il fiore direttamente sul vestito. Nel mio caso dovevo nascondere il vecchio decoro rovinato.
E voilà: un fiore di lana e una cinturina di gros grain abbottonata dietro e il vestito vecchio torna come nuovo.


Lo vedete indossato da Amelia qui.

Questo post promuove le buone pratiche di riuso, riduzione e riciclo.

Nessun commento:

Posta un commento