martedì 11 gennaio 2011

I diritti naturali di bimbi e bimbe - Il diritto al selvaggio

Ottavo appuntamento con Piccolalory: Il diritto a costruire un rifugio-gioco nei boschetti, ad avere canneti in cui nascondersi, alberi su cui arrampicarsi...

Fortunatamente abitiamo in una zona dove è ancora possibile scoprire e godere del selvaggio e non siamo distanti da fiumi, vallate e montagne. Il passato da scout del papà poi è una garanzia della voglia di esplorare ciò che ci circonda. Non solo. Possiamo sfruttare le sue competenze per rendere la vita all'aria aperta delle nostre bambine entusiasmante.
Ecco qui un progettino per questa primavera-estate... coraggio, basta recarsi in un bosco (ma anche il giardino potrà andar bene) e un po' di sana fatica.
Consiglio vivamente che la costruzione sia affidata ai papà perché è fondamentale per i nostri figli vedere il proprio padre lavorare con le mani.

Costruire una capanna


La capanna più semplice da realizzare è il riparo da bivacco: è sufficiente piantare due pali nel terreno ed appoggiare alle estremità superiori di questi un terzo palo. Contro il terzo palo si appoggiano altri pali inclinati verso il lalto dove soffia il vento e con sopra disposti dei rami trasversali legati in modo da formare una intelaiatura. A questi rami si dovranno appoggiare come copertura rami folti di sempreverdi, mazzetti di foglie o di erbe lunghe. Delle fresche frasche.
Per fare la copertura si deve iniziare dal basso, dalla base, facendo delle file leggermente accavallate disposte come le tegole di un tetto: in questo modo il rifugio diventa impenetrabile alla pioggia.
Misure indicative:
capanna per una persona: altezza 100 cm, profondità 100 cm, larghezza 150-180 cm
capanna per più persone: altezza: 150-180 cm, profondità 200 cm, larghezza 200 cm

Volendo una capanna più completa basta fare due spioventi dai lati del palo orizzontale.



In alternativa si può appoggiare un palo inclinato alla biforcazione di un albero. L'altra estremità dev'essere piantata nel terreno. A questo palo verranno appoggiati altri pali per formare gli spioventi.
Per ottenere un rifugio abbastanza grande la biforcazione dovrà essere alta circa 150 cm e il palo dovrà essere piantato a circa 200 cm dall'albero.


Oppure ci si può appoggiare a due alberi


E' fondamentale realizzare una struttura semplice e molto solida. Dedicateci tempo e darete ai vostri figli dei ricordi indimenticabili.

Se avete un albero e un posto adatto potete costruire una vera e propria casa sospesa seguendo questo bellissimo tutorial.
Se invece volete fare qualcosa di veramente semplice ispiratevi a questa tenda-rifugio realizzata da Ester.

Ultima cosa: leggete questo libro: Richard Louv L'ultimo bambino dei boschi, Rizzoli, 2006


e questo post di Annalisa de Cuoredimamma
Buon lavoro!

Le immagini sono tratte da: Baden-Powell Scautismo per ragazzi, Milano 1964 e da Tuttoscout

1 commento:

  1. Bello, bello, bellissimissimo!!! Spero che riusciremo a cimentarci anche noi :-)

    RispondiElimina