venerdì 1 ottobre 2010

Latte di mamma

Come già segnalato ieri da Davide e Francesca di EquAzioni dal 1 al 7 ottobre 2010 si celebra la Settimana per l'Allattamento Materno. L'argomento mi è particolarmente caro. Già avevo aderito alla campagna di Genitori Channel con questo post dove parlavo della mia storia con Amelia.
Ora che è nata Tecla è cominciata la mia nuova avventura di allattamento. L'esperienza acquisita con la mia primogenita ha contribuito grandemente al successo di queste prime settimane: Tecla cresce e cresce bene. Per questo ritengo sia davvero importante fare promozione e creare per quanto possibile delle reti di sostegno alle mamme, anche solamente virtuali. Spesso l'insuccesso è causato dalla solitudine e dall'incapacità delle neo mamme - assolutamente giustificata - di far fronte alle difficoltà che l'allattamento al seno comporta.
Chi, come me, ha avuto la fortuna di riuscire ad allattare con successo dovrebbe sentire il dovere di promuovere, dare informazioni, consigli almeno nel cerchio familiare, amicale e lavorativo.
Purtroppo, infatti, non solo sono ancora carenti i programmi di sostegno post parto ma anche i modelli educativi stentano a promuovere l'allattamento al seno. Fin da piccole le bambine "allattano" le bambole con biberon e bicchieroni eppure se vedono una mamma allattare al seno capiscono subito cosa sta succedendo: perché allora non farsi promotrici di un modello educativo diverso fin dalla più tenera età? 
Vi racconto cosa è successo qualche giorno fa: Amelia e sua cugina Giulia stavano giocando con le bambole e si contendevano, litigando, l'unico biberon. Una volta separate e calmate ho preso in disparte Giulia - è più grande -  e le ho spiegato che anche senza biberon poteva dar da mangiare alla sua bambina facendo come la zia con Tecla: la poteva allattare alla "tettina". Un successo. Da allora Giulia allatta la sua bambina.
A volte basta poco.

Immagine del logo de Movimento Allattamento Materno Italiano

Nessun commento:

Posta un commento