venerdì 29 ottobre 2010

Giorni di semina e raccolto: crochi e mele cotogne

In questi giorni, approfittando del bel tempo - dovrebbe durare fino a domani - abbiamo piantato ancora bulbi di croco per continuare l'aiuola iniziata l'anno scorso e poi abbiamo raccolto le mele cotogne del nostro giardino. Come ogni anno ne abbiamo fatto marmellata: personalmente la adoro ed insieme alla marmellata di fichi e a quella di arance ricorre frequentemente nel menu della mia prima colazione.
Colgo l'occasione per segnalare l'interessante post di Nikka de Vivere Verde sulle proprietà della mela cotogna.


Marmellata di mele cotogne
 
Ingredienti
mele cotogne q.b.
zucchero q.b.
Procurarsi delle mele cotogne mature. Prendere una pentola capace dal fondo pesante (la misura dipende dalla quantità di frutta) e pesarla vuota.

Lavare le mele accuratamente ed eliminare tutta la peluria. Tagliarle a pezzi eliminando il torsolo e le eventuali parti guaste.
Metterle nella pentola e coprirle a filo di acqua. Portare a bollore e cuocere finché le mele sono cotte e cominciano a spappolarsi.
Lasciarle intiepidire e passarle al setaccio con foro largo.
Pesare il tutto, togliere la tara (cioè il peso della pentola vuota) ed aggiungere 700 gr di zucchero per ogni chilogrammo di passato.




Rimettere sul fuoco e portare a cottura mescolando molto spesso.  Fare la prova del piattino e invasare. Lasciar raffreddare bene, chiudere i vasetti e sterilizzarli.
Lasciarla riposare per 60 giorni circa prima di gustarla.
Bon appétit!

2 commenti:

  1. Buone le cotogne... anche per fare le torte con la cannella slurp.... e chissà che belli i crochi fioriti, io un tempo li piantai in vaso ;)

    RispondiElimina
  2. @MrsApple: hai la ricetta della torta con la cannella??? I nostri crochi fioriti li puoi vedere qui:
    http://www.flickr.com/photos/lafelicestagione/page5/

    RispondiElimina