sabato 30 ottobre 2010

Di zucche e lumere


Non me ne sono resa conto...tutti: i blog, i giornali, la televisione, i negozi parlano di Halloween e persino all'asilo nido di mia figlia hanno fatto festa per l'occasione eppure io mi sono dimenticata: lunedì è la festa di Ognissanti. Non ho organizzato niente, neanche un menu per il pranzo o un dolce speciale. Nessuna visita a parenti, amici, nemmeno ai miei cari defunti. Il mio tempo si è fermato e dilatato ed è fatto di giorni sempre uguali in cui non riesco a concludere molto. Forse il seguire i ritmi di Tecla - mangia ancora ogni 3-4 ore - ha scombinato il mio calendario interiore. Forse. Oppure sto dando importanza a cose diverse. Nei prossimi giorni allora saremo in famiglia, noi quattro senza fronzoli ne' pretese e cercherò di godermi ogni attimo di questo tempo di zucche e lumere...

4 commenti:

  1. Restare in famiglia, semplicemente "in quattro, senza fronzoli" è già un modo di festeggiare: il vostro modo... A volte penso che ci si potrebbe incontrare intorno ad un tavolo a mangiare pane, prosciutto e uova strapazzate... senza che l'atmosfera di condivisione festosa venga meno.
    Quando posso, preferisco visitare i miei cari defunti in un periodo diverso, per evitare la confusione della giornata espressamente dedicata.
    Quindi... auguri!!!

    RispondiElimina
  2. Concordo con il commento di Mugs for two.... pienamente!!! ;)

    RispondiElimina
  3. Ciao Nora, sono felice di conoscerti.
    Grazie per aver scelto di seguire il Teorema di Dionea, dalla foto siete proprio una splendida famiglia.
    A presto.

    RispondiElimina