venerdì 27 agosto 2010

In ascolto

La musica è una legge morale:
essa dà un’anima all’universo, le ali al pensiero,
uno slancio all’immaginazione, un fascino alla tristezza,
un impulso alla gaiezza e la vita a tutte le cose.
(Platone)
Finalmente in panciolle ad ascoltare i cd preferiti... ma che avete capito: è la mia pancia che ascolta!

Approfitto dell'assenza di Amelia per cucire allo scoperto (la costruzione della bambola procede di nascosto... negli orari più impensati) mentre la dolcissima musica di Vivaldi allieta la mia secondogenita.
Consapevole di quanto sia importante per il suo sviluppo - la musica infatti agisce sugli strati più profondi dell'individuo - fin dai primi giorni ho fatto ascoltare alla mia pancia tutta la musica che ho potuto, anche quando ero al lavoro. La musica, ascoltata e cantata, vibra dentro di noi e fin dal 5°-6° mese di gravidanza i bambini sono in grado di ascoltare e ricordare, pare.
Non ha importanza quale musica si sceglie, basta che piaccia alla mamma: io ho scelto di ascoltare la mia adorata musica barocca, come ho fatto per Amelia (anche se adesso lei preferisce di gran lunga i Red Hot Chili Peppers...)

E adesso ssss...siamo in ascolto.

1 commento:

  1. Grande Amelia, è già così rocker? ;-)
    Buon ascolto e buon canto.

    RispondiElimina