lunedì 26 luglio 2010

Del portare. Parte prima

Mentre sono ancora un po' indecisa sul modo di portare la mia secondogenita perché, dopo i commenti di Stefania a questo post, ho ripreso a riflettere sulla scelta tra fascia e mei tai voglio segnalare un'iniziativa davvero interessante e coraggiosa.


Davide e Francesca di EquAzioni hanno lanciato un concorso a premi per promuovere la filosofia del portare:
"potrete diventare modello e ispirazione per altre centinaia di genitori dubbiosi o diffidenti alla pratica del portare"...
Loro coraggiosi lo sono stati: non una vacanza ma addirittura un viaggio avventuroso alla scoperta della scandinavia con il loro piccolo Ale trasportato sempre in fascia.
Chi volesse partecipare trova tutte le informazioni qui.

4 commenti:

  1. EEEEE!!!!! Sono onorata di cotanta considerazione!!!! GRAZIE ... In realtà ho pensato di fare un'altro figlio perchè la fascia mi piace così tanto che mi spiace vederla ripiegata ... ma la trasformerò in qualcos'altro ( cotone bio tinto vegetale !!!) Davvero la consiglio .... Io non ho mai usato il passeggino , qui in questo paese di montagna con viuzze strette e tante macchine parcheggiate in modi stravaganti non si potrebbe , eppure vedo mamma con passeggini larghi cercare di passare in spazi ... minimi... Ho usato anche un marsupio ( ergonomico imbottito morbido double face ....) ma col movimento del mio corpo il bambino era sballottato... La fascia l'ho usata in escursioni , passeggiate , con le febbri dei bimbi , per lavare per terra ... nell'orto a raccogliere le verdure ... insomma puoi chinarti , sederti , camminare , e tu e lui state bene ... Un abbraccio a tutti voi ... e grazie ancora !

    RispondiElimina
  2. Quella dell'altro figlio era solo una battuta ... si è capito? :-))

    RispondiElimina
  3. A me interessa molto... io sul portare ho sempre avuto un po' di problemi... non so perchè!!! Appena incinta mi sono subito comprata la fascia, quella lunga, Babylonia Tricot Slen.... che va bene dai 2 ai 18 kg.... facevo fatica a portarlo all'inizio, figuriamoci ora che è già 9 kg... legarla so più o meno farlo.... ma se la sleghi in mezzo alla strada pulisci l'intera via.... Mi sento veramente stupida. Con il marsupio invece ho provato un po' di volte... ma dovendo percorrere un sacco di salite le sue gambe picchiavano sempre sulle mie ginocchia.... risultato: Pietro sono 4 mesi che me lo camallo in braccio (l'uso del passeggino è rarissimo), schiena rotta, limitazioni varie e mani occupate!!!

    RispondiElimina
  4. @Stefania: anch'io ho pensato di fare un secondo figlio per provare il mei tai... ;-)
    Scherzo! La tua opinione però è davvero importante perché basata sull'esperienza diretta. Grazie
    @MrsApple: anch'io mi sono sentita goffa con la fascia lunga, poi quando Amelia è diventata più grande ho utilizzato un telo africano più corto e sottile e mi sono ricreduta. Il problema del peso è però rimasto... credo ci si debba abituare poco a poco. Con la secondogenita sarò più tenace.

    RispondiElimina