martedì 11 maggio 2010

Passaggi di stato

In questi giorni di pioggia tutto è sembrato sfumare. Il cielo confuso all’orizzonte, le montagne nascoste dalle nubi e il mondo esterno avvolto da una patina grigia.
Questo sembra riflettere il mio sentire: vivo in uno stato di fusione permanente. Tutto è diventato più fluido. Attività, incombenze, relazioni tendono a sciogliersi e a perdere i loro contorni.
Spesso mi trovo completamente assorta nel mio spazio interiore e mi rendo conto della sensazione di indefinito di ciò che mi circonda. Comincio a concentrarmi su me stessa e sul grande cambiamento che è in corso. Mi è già successo con Amelia.
Si vive come immerse in un grande acquario.

(foto qui)

Da questo stato liquido scaturirà poi una nuova forza e sarà come una fioritura ricolma di nuove emozioni e di soddisfazioni profonde.

Nessun commento:

Posta un commento