mercoledì 21 aprile 2010

Earth Day 2010: Abbracciamo un albero



C'è chi consiglia, tra le altre piccole - grandi - cose per rendere più eco-sostenibile la nostra vita, di camminare a piedi nudi in un parco per un pic-nic di stagione... io propongo di celebrare la Giornata mondiale della Terra che si festeggia domani 22 aprile con un gesto simbolico: abbracciare un albero.

Si tratta di una tecnica antichissima per sentirsi tutt'uno con la natura che accomuna culture fra loro diverse: dagli aborigeni australiani, agli indiani d’America, ai tibetani.
Interagendo in modo aperto con la natura e i suoi elementi ci si può trovare in una simbiosi perfetta che può coinvolgere in una sensazione di empatia emozionale unica.

Ecco come fare:
Andate in un giardino, un parco tranquillo o in un bosco.
Passeggiate fra gli alberi fino a quando vi sentirete completamente a vostro agio.
Appoggiate le mani sui tronchi tastando le diverse cortecce e avvicinatevi per sentire gli odori che sprigionano i vari legni.


Osservateli da vicino. Poi guardate verso l’alto, fra i rami.
Cercate l’albero giusto, che sia adatto a voi e al vostro umore del momento.
Circondate il tronco con le braccia e appoggiate il viso premendo leggermente.
Respirate lentamente e lasciate scorrere i pensieri. Liberate la mente e cercate di diventare un tutt’uno con l’albero.


Potete, se ve la sentite, parlare con lui. Gli alberi sanno ascoltare.
Sarebbe poi un’ottima cosa prendere una foglia caduta o un seme (una ghianda, un nocciolo o altro) come ricordo e tornare a trovare il vostro albero anche in altre stagioni e ripetere l’esperienza.

Io ho scelto di camminare nel nostro giardino e fra tutte le piante ho abbracciato il ciliegio che, come ci insegna Mauro Corona ne Le voci del bosco, “... ha un carattere un poco superbo ma bisogna dire che è anche l'albero dei sogni e degli amori ...”


Troviamo il tempo per vivere più profondamente la natura: saremmo più felici e sereni.

P.S. Se siete in zona: Un abbraccio per l'Earth Day

4 commenti:

  1. Cara Nora, abbracciare un albero è un gesto meraviglioso! Ho imparato a farlo molto molto tempo fa, dopo aver letto un libro "La donna dei boschi". Non sapevo fosse una pratica comune a così tante culture, ma è una sensazione bellissima. Ti sembra di sentire la linfa che vi scorre dentro! Spesso, quando ero a Roma, mi rifugiavo nei parchi e di nascosto abbracciavo gli alberi. Avevo sempre il timore di esser presa per matta! :) Poi ho avuto una collega fantastica che mi svelò di fare la stessa cosa. Infine ora ci sei anche tu e vedo che molte altre blogger lo fanno! Che bello!
    Grazie per questo post. Domani abbraccerò uno degli alberi del mio giardino, non potendo andare tanto lontano. Buona giornata della terra!

    RispondiElimina
  2. Mi viene voglia di andare a trovare un "Signor Leccio" che non vedo da anni.... quasi quasi...

    RispondiElimina
  3. Ciao ! Mi piace molto il tuo blog, il tuo amore per la natura, per i fiori...
    complimenti !!!!!!
    UN CARO SALUTO

    RispondiElimina
  4. @ Danda: siamo tanti matti... in realtà non ci si deve vergognare di avere comportamenti diversi dalla massa... Sono curiosa, di che libro parli?
    @ Mikela: trova il tempo per farlo: non ti pentirai!
    @ Rossella: sei la benvenuta!

    RispondiElimina